La Celiachia

gluten free fest 025La celiachia è una enteropatia di tipo autoimmune permanente, scatenata in soggetti geneticamente predisposti, dall’ingestione del glutine, proteina contenuta in cereali come frumento, segale, orzo, farro, spelta, grano khorasan (commercializzato spesso come KAMUT®), triticale.

L’assunzione di glutine nei celiaci provoca gravi danni alla mucosa intestinale, sintomi intestinali ed extraintestinali, oltre a gravi complicanze, dal linfoma intestinale all’adenocarcinoma del digiuno , della faringe e dell’esofago alle neoplasie epatiche, dalle anomali funzionali del pancreas esocrino all’atrofia splenica, fino ad alterazioni nella sfera riproduttiva.

Secondo l’ultima relazione del Ministero per la Salute, al 31 dicembre 2011 i celiaci diagnosticati in Italia sono 135.800, quasi il doppio di quelli censiti nel 2007. Ciò indica che molte più persone si sono sottoposte a controlli e che la celiachia non è più considerabile una “malattia” rara.

DSC_2393Inoltre il 5% della popolazione italiana è predisposta alla “gluten sensitivity” ovvero una condizione di sensibilità al glutine che però non è identificabile con la celiachia o con l’allergia al grano ed i cui criteri diagnostici sono, tutt’ora, in fase di studio.

I numeri riscontrati risultano, però, ancora pochi rispetto a quelli presumibilmente stimati: da ciò deve scaturire un impegno a sensibilizzare la popolazione a non sottovalutare eventuali sintomi e a sottoporsi ai test evitando, così, eventuali complicanze.

In Italia, da più di 30 anni l’AIC (Associazione Italiana Celiachia) promuovere l’assistenza ai celiaci e sensibilizza strutture politiche, amministrative e sanitarie.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale dell’AIC.

Logo aic