Gluten Sensitivity

DSC_6848Si chiama sensibilità al glutine (o Gluten Sensitivity) e, secondo una ricerca a cui hanno partecipato degli scienziati italiani, è una nuova malattia, diversa dalla celiachia e dall’allergia al grano, ma che provoca disturbi simili.

Sempre secondo i dati dello studio, pubblicato sulla rivista scientifica BMC Medicine, a soffrire di questo disturbo sarebbe il 6% degli italiani, qualcosa come tre milioni di persone. Un bel numero se si considera che, nel nostro paese, a soffrire di celiachia è l’uno per cento della popolazione.

Dunque quali sono i sintomi della gluten sensivity?

La sensibilità al glutine causa soprattutto sintomi gastrointestinali come gonfiori e dolori addominali, molto simili a quelli del colon irritabile. Ma può anche dare origine a fastidi: tipo stanchezza cronica o annebbiamento mentale.

C’è da considerare che la sensibilità al glutine sebbene presenti alcune somiglianze, è differente dalla celiachia, infatti quest’ultima anche seguendo una dieta priva di glutine tende a non scomparire in quanto è causata dalla produzione di anticorpi contro il glutine e la parete intestinale, che creano danni fisici all’intestino.

La gluten sensitivity invece può andare e venire, aumentare o diminuire a seconda dei momenti della vita.